9h-17h
Mattina
-3 °C
Pomeriggio
0 °C
Piste
80 /84
Impianti
26/29
Collegamenti
7/11
acquista / ricarica
skipass
Webcams mappa delle
piste

Scoperta del villaggio

Se ti piace la calma e la semplicità, sei nel posto giusto!

Immerso nel cuore della Valle della Maurienne, al crocevia dei grandi passi alpini e vicino al Parco Nazionale della Vanoise, Orelle è un villaggio composto da 10 borghi autentici, che scoprirete durante le vostre passeggiate.

Qui un lavatoio, là un forno comunale, 2 chiese e tante cappelle quanti sono i borghi... il tutto tra case di montagna in pietra incollate tra loro quasi a preservare al meglio un patrimonio che si è mantenuto intatto.

Aprite gli occhi, la bellezza del nostro borgo è nascosta nei suoi vicoli... e nell'anima degli abitanti che incontrerete. Depositeranno senza dubbio nella vostra memoria la storia di questo piccolo borgo un tempo agricolo, poi industriale, per diventare finalmente un luogo di villeggiatura dove è bello soggiornare.

Francoz

È qui che l'attività turistica è in pieno svolgimento! Partenza dalla cabinovia di Orelle, negozio di souvenir, biglietterie degli impianti di risalita, Bar des 4 Vallées, Ufficio del Turismo...un concentrato di brio e buonumore regna in questo borgo!

Le chef-lieu

Come suggerisce il nome, è qui che troviamo il Municipio di Orelle, ovvero la scuola e la biblioteca. La bellissima chiesa barocca di Saint-Maurice si erge orgogliosamente lì, accanto alla Piazza des Nobles d'Albert d'Orelle.
La sua particolarità: "Chez la Tante", un piccolo ecomuseo che Aimé e Victorine Traversaz aprono secondo le richieste

Orellette

Arroccato a 1170 m di altitudine, soleggiato tutto l'anno, una vista mozzafiato sulla vallata e sulle Aiguilles d'Arves: la frazione merita una visita.
La sua particolarità: tanti bambini hanno approfittato delle gioie della montagna estate-inverno tra il 1960 e l'inizio degli anni 2000 grazie al campo che li ha accolti.

La Fusine

Sotto le sembianze di un borgo abbandonato, La Fusine, incastonata tra Le Noiray e lo Chef-Lieu, nasconde bene il suo gioco: i suoi edifici in pietra ospitano anime fortunate! Come tutte le frazioni di Orelle, mostra con orgoglio la sua cappella, Saint François d'Assise, punto di passaggio dell'omonimo pellegrinaggio.
La sua particolarità: la graziosa cascata che vi scorre.

Bonvillard

Ad un'altitudine di 1180 m, questa pepita di architettura tradizionale rivela mille e uno tesori a chiunque passeggia per le sue stradine. Situata ai margini del bosco, la frazione è punto di partenza di numerosi sentieri escursionistici, da praticare a piedi o con le ciaspole.
La sua particolarità: Bonvillard ha una sua chiesa, Sainte Marguerite.

Le Noiray

Il suo bel mix di architettura tradizionale e costruzioni in legno, la sua cappella di Saint-Sébastien, il suo oratorio, il suo lavatoio : è bello passeggiare in questo piccolo borgo soleggiato!
La sua particolarità: la sua terra fertile che permette la coltivazione della vite e del luppolo. Ogni anno vengono così prodotte circa 150 bottiglie di vino “La Demoiselle du Noiray” e la Brasserie Orelle-Caron, di recente installazione, propone birre bionde e ambrate che si possono trovare nei ristoranti e negozianti del paese.

Le Teppey

Un lato molto naturale per questo piccolo borgo formato da poche case. I più fortunati potranno trascorrere un soggiorno tranquillo nel Gite de la Biche !
La sua particolarità: uno degli accessi al borgo avviene tramite una scala ricavata nel pendio

Le Poucet

Dolcezza e calma emergono da questo borgo. La sua Cappella di San Giuseppe, il suo forno comunale e le sue stradine sono un vero invito alla contemplazione.
La sua particolarità: è la meno conosciuta delle frazioni di Orelle!

Orelle, villaggio fiorito

Orelle, villaggio fiorito

Lo scopo del marchio “Villes et Villages Fleuris” è promuovere la consapevolezza delle comunità locali che stanno sviluppando il loro territorio per il benessere dei cittadini e la valorizzazione della loro identità.
Incoraggia la condivisione di esperienze intorno a progetti comuni.
Offre chiavi per accordi sostenibili.
Ogni comunità opera quindi secondo una carta nazionale della qualità.